LARGO AL TRATTURO

ALLEGATO: Rilievo delle Principali Costruzioni



RILIEVO DELLE PRINCIPALI COSTRUZIONI VINCOLATE AL TRATTURO NELLA PROVINCIA DEI BARLETTA-ANDRIA-TRANI

 

Per definire gli interventi da eseguire sarà necessario previamente fare una serie di considerazioni sul rapporto che hanno tali strutture sul territorio di Andria Barletta Trani, definendo che innanzitutto gli interventi necessari per recuperare un fabbricato tipo preesistente, sono strettamente dipendenti dall’obiettivo che si persegue, a seconda che si voglia conservare l’organismo storico o riadattarlo ad un nuovo uso (23).

 

Detto questo è chiaro che è necessario capire il tipo d’intervento, se di conservazione o di conversione, e se di conseguenza occorre fare una semplice ristrutturazione conservativa che mantenga i caratteri identitari del manufatto o piuttosto un adeguamento corrispondente alla nuova funzione o ancora una semplice manutenzione della struttura.

La prima cosa necessaria per un intervento come quello sui tratturi è avere a disposizione un rilievo.

L’intervento di ristrutturazione dovrebbe sempre essere effettuato secondo una preliminare valutazione di carattere storico critico in modo da preservare il corpo preesistente da eventuali modifiche e  far sì che i fabbricati storici possano essere adattati alle necessità ed alle aspirazioni contemporanee. Gli interventi dovrebbero consistere perció in:

 

•                consolidamento strutture essenziali edificio;

•                eliminazione di superfetazioni dannose all’ambiente;

•                ricomposizione unità, consolidando le parti mancanti dell’edificio.

 

Per procedere con un intervento di questo tipo è necessario leggere l’architettura tradizionale nel suo contesto, conoscendo la stratificazione, le strutture, i materiali e soprattutto le maestranze locali.

Un muro a secco ad esempio è difficile da realizzare se non si ha una chiara cognizione del taglio della pietra, solo poche maestranze sono in grado di ripetere la stessa tecnica di taglio di una volta, inoltre la conoscenza stereometrica è praticamente scomparsa per questo tipo di tipologie di fabbricati, molti dei quali richiedono una conoscenza delle strutture a secco o senza cemento.

La conservazione delle facciate è fondamentale per rendere leggibile la tessitura muraria in pietra, ove presente.

Ogni modifica necessaria all’intervento dovrebbe essere fatta nel significato della struttura come risorsa del presente, minimizzando gli impatti. Nella stessa maniera in cui è stato analizzato il paesaggio rurale, In ultima analisi abbiamo analizzato le strutture rurali che invece abbiamo trovato come più interessanti e maggiormente legate al tratturo:

 

A.              Sul Regio tratturo Barletta – Grumo, le masserie Coppabianca, Antenisi e Masseriola.
B.               Sul Tratturello Canosa - Ruvo, le poste di Spirito, di Titolo e la Chiesa Rivera.
C.              il Tratturo Melfi- Castellaneta, la Masseria Murgetta.
D.              il Tratturello Ponte di Canosa – Trinitapoli, la masseria del Perazzo.
E.               il Tratturello sull’antica via Traiana, Posta Torreriboca e Montegenua.